29 aprile: festa di Santa Caterina da Siena - Unità Pastorale di Susegana
Sito interner dell'Unità pastorale di Susegana con le parrocchie di Colfosco, Crevada, Ponte della Priula e Susegana
660
post-template-default,single,single-post,postid-660,single-format-standard,bridge-core-2.7.7,,qode_grid_1400,vss_responsive_adv,vss_width_1000,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-26.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

29 aprile: festa di Santa Caterina da Siena

Le Suore di Ponte della Priula vivono la spiritualità domenicana secondo il carisma di Madre Gérine e guardano a S. Caterina da Siena come a colei che meglio ha incarnato il carisma domenicano, consumando la sua vita a favore della Chiesa e della riconciliazione dei popoli.

Donna del fuoco e del sangue, Caterina sprona a continuare oggi nel mondo la sua missione di unità e di pace, proclamando la verità della carità (cfr. n. 16 delle Costituzioni dell’Istituto).

Santa Caterina nata a Siena il 25 marzo del 1347 muore a Roma il 29 aprile 1380. Il secolo XIV è stato chiamato “secolo della peste nera”: questa non risparmiò nessun paese in tutta Europa. Si calcola che dal 1347 al 1351, sia perito un terzo della popolazione europea. In questo tempo Caterina è attiva soprattutto presso l’ospedale di Santa Maria della Scala di Siena dove vengono accolti moltissimi malati che nessuno assiste. Si prende cura di loro non solo nel corpo, ma anche nell’animo, restituendo fiducia, forza, speranza.

Per conoscere meglio la figura di Santa Caterina da Siena, guarda il video qui sotto

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.