Raccolta tappi - Progetto EcoMissione - Unità Pastorale di Susegana
Sito interner dell'Unità pastorale di Susegana con le parrocchie di Colfosco, Crevada, Ponte della Priula e Susegana
1744
post-template-default,single,single-post,postid-1744,single-format-standard,bridge-core-2.7.7,,qode_grid_1400,vss_responsive_adv,vss_width_1000,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-26.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Raccolta tappi – Progetto EcoMissione

L’idea nasce nel 2019 come iniziativa del Centro Missionario Diocesano a sostegno della campagna quaresimale “Un pane per amor di Dio”. Il desiderio era di associare alla raccolta fondi che avviene nelle parrocchie, un’azione pratica comunitaria di cura del creato e dei fratelli.

L’attività ha visto la raccolta di 169 QUINTALI DI TAPPI DI PLASTICA E 9 QUINTALI DI TAPPI DI SUGHERO. Quello che ci ha colpito è la partecipazione attiva di molte persone e gruppi (catechismo, scuole materne, elementari e medie, gruppi ed istituzioni) che si sono attivati in tutta la diocesi con semplicità ed interesse per aderire all’iniziativa.

All’interno della Commissione Nuovi Stili di Vita abbiamo valutato che questa iniziativa risponde in pieno e sotto molti aspetti, agli obiettivi della Laudato Si’ e dunque si è deciso di assumere l’impegno di gestire questo progetto. Nell’enciclica infatti è chiara l’indicazione di attivarsi per dare vita ad azioni concrete e generative individuando nell’economia circolare il modello di produzione e consumo più adeguato poiché “implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile.

Inoltre abbiamo constatato che è una attività che coinvolge tutti in modo indistinto (età, appartenenza religiosa, cultura) e può rappresentare una grande opportunità per le comunità parrocchiali per unire più settori verso un unico scopo comune, superando le frammentarietà.

La raccolta tappi può diventare una occasione di incontro tra le persone e quindi uno strumento che come chiesa possiamo avere per farci vicini a tutti.

Il progetto di solidarietà in Amazzonia

Con il ricavato della vendita dei tappi verrà sostenuto un progetto di solidarietà in Amazzonia.

L’Amazzonia è definita come “il polmone del mondo” per la sua capacità di assorbire CO2 e offrire ossigeno. L’azione di deforestazione che stiamo osservando in questi anni rappresenta un segnale di grave pericolo, oltre che per le popolazioni indigene che ci vivono e la “custodiscono” per le conseguenze che peseranno su tutto il mondo.

Abbiamo ricevuto una richiesta di aiuto dal vescovo di Puerto Leguizamo Solano (dove opera padre Angelo Casadei, che ha svolto molti anni di servizio pastorale nella nostra diocesi) e che si trova nell’Amazonia Colombiana.

Sollecitato dal Sinodo Panamazzonico, svoltosi a ottobre del 2019, ha pensato di avviare un “Centro amazzonico di riflessione interculturale” per raccogliere, valorizzare e rendere visibile la ricchezza culturale e spirituale dei popoli che abitano questo territorio, promuovendone il benessere con azioni educative.

Il costo per realizzare questa iniziativa è di 15.000 € e tutto il ricavato della raccolta tappi verrà dedicato a questo progetto.

I punti di raccolta sono:
– Ponte della Priula: nell’atrio della chiesa;
– Colfosco: all’interno della chiesa subito a sinistra dell’entrata principale;
– Susegana: all’ingresso della chiesa, tra le due porte;
– Crevada: vicino alla porta principale.

ecomissione
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.